News / giovedì 27 January 2022

Cos’è una landing page?

Cos’è una landing page?

È uno degli strumenti più utilizzati, soprattutto da chi realizza campagne marketing: ma cos’è una landing page e come si realizza? Letteralmente è una pagina di atterraggio, e viene chiamata così perché è li che atterrano gli utenti dopo aver cliccato sulla CTA (call to action) o su una inserzione all’interno di Google AdWords.

Le landing page sono progettate con un obiettivo chiaro: la conversione; per questo devono essere pulite e semplici, riportare le informazioni essenziali e i plus del prodotto, e contenere il form di contatto per raccogliere i contatti.

L’importanza di una landing page

Chi opera nel marketing ed elabora le strategie sa bene che nel mondo Digital e web la targettizzazione del traffico è molto importante. Questo perché targettizzare consente di ottenere migliori risultati a livello di conversioni, e consente di verificare i dati connessi alle strategie di partenza. L’errore più comune che si verifica quando si pensa a una campagna, che sia DEM, social o AdWords, resta quello di far atterrare l’utente sulla homepage del proprio sito internet. Perché è un errore? Perché il rischio che l’utente si perda nei troppi dati e pagine è concreto, finendo poi con l’abbandonare il sito. Quindi alla fine non si concretizza il processo di conversione da Lead a Prospect prima e a Cliente poi.  

Ecco perché avere una landing page è importante: questa pagina viene ottimizzata per invitare ogni visitatore a compilare il form, in modo che diventi un contatto a tutti gli effetti. Durante la creazione della campagna si definiscono gli obiettivi. Una volta individuata l’azione che gli utenti dovranno compiere il passo successivo è quello di rendere quell’azione il più naturale possibile. Per ottenere questo risultato, la landing page diventa uno strumento fondamentale.

Cosa detarmina l’efficacia di una landing page?

Per riuscire a costruire una landing page efficace è bene tenere presente che ci devono essere alcuni elementi imprescindibili.

  • Navigazione semplice e limitata: una volta che l’utente ha cliccato sulla campagna e atterra sulla nostra pagina, questa deve presentarsi in modo semplice, con un form ben visibile (come da immagine) e poche azioni da far compiere all’utente. Fondamentale è che nella Landing la barra di navigazione sia nascosta, in modo che si creino poche vie di fuga e si abbassi la possibilità di perdita del contatto.
  • Plus del prodotto: spiegare in modo esaustivo i valori e i plus del servizio o prodotto che andiamo a presentare è fondamentale. L’utente deve trovare le risposte alle sue esigenze, solo così sarà invogliato a lasciare i suoi contatti e affrontare lo step successivo.
  • Condivisione: se a un utente piace ciò che trova nella landing page, probabilmente vorrà condividere il contenuto con altri utenti. Inserire i link ai social può aiutarti a dare più visibilità al tuo prodotto/servizio.
  • Solo campi essenziali: più un form è lungo, complesso e articolato e meno l’utente sarà invogliato compilarlo. Quindi non chiedere troppe informazioni, chiedi solo quelle essenziali come: Nome, Cognome, n. telefono, Mail, Società e un breve campo per un messaggio. Potrai tranquillamente richiedere al tuo contatto altre informazioni in un secondo momento.     

Ecco come appare una Landing Page:

Potrebbe interessarti anche...