News / lunedì 9 January 2023

I KPI nel marketing: cosa sono e perché sono importanti?

I KPI nel marketing: cosa sono e perché sono importanti?

I KPI (Key Performance Indicator) sono degli indicatori che misurano in maniera molto efficace le performance e i risultati di una determinata attività di digital marketing. Per rendere comparabili i valori di diversi settori e attività, le metriche possono essere espresse sia in termini relativi che in percentuali.

Scopri di più nel video della nostra esperta Alice Toselli

Per essere validi e rilevanti, i KPI nel marketing devono avere le seguenti caratteristiche:

  • fornire prove oggettive dei progressi raggiunti verso il raggiungimento dei risultati prospettati;
  • essere rilevanti e funzionali, in grado cioè di misurare gli aspetti fondamentali necessari a supportare il processo decisionale;
  • poter mostrare un confronto delle prestazioni nel tempo e quindi essere continuativi,
  • consentire di intervenire sia in modalità consuntiva che soprattutto predittiva.

I KPI nel marketing digitale

I KPI sono sempre esistiti, ma le piattaforme digitali che hanno reso ogni attività tracciabile, misurabile e comparabile, ne hanno accresciuto l’importanza e la diffusione.

In generale, ogni singola iniziativa, piattaforma o campagna di marketing digitale necessita di un proprio set di metriche per misurarne i risultati. Anche se non esiste una regola genericamente valida per tutti i progetti, si può dire che sono almeno due le metriche fondamentali di cui tener conto:

  • il CAC (Customer Acquisition Cost)
  • il CLV (Customer Lifetime Value).

Il Customer Acquisition Cost è il costo sostenuto per conquistare un cliente. Per calcolarlo basta dividere l’investimento di marketing volto all’acquisizione di clienti per il numero di clienti conquistati in un determinato periodo.

Per comprendere meglio la qualità del CAC occorre però confrontarlo con il Customer Lifetime Value, vale a dire il valore del cliente nel suo ciclo di vita. Per calcolare il CLV, si moltiplica il valore della singola vendita per il numero di ordini medi di ogni singolo cliente durante il periodo preso in esame.

Un’attività è economicamente profittevole solo se il CLV è nettamente maggiore rispetto al CAC.

Piccolo tip: per aiutare i marketers a destreggiarsi in queste metriche, sappi che esistono benchmark di settore che aiutano a valutare le proprie performance!

Scopri quali sono i KPI più importanti per noi!

Altri esempi di KPI nel marketing

In una visione più generale, ogni iniziativa di marketing digitale e piattaforma Social ha i propri KPI di riferimento di cui tener conto. Eccone i principali quando si parla di KPI nel marketing digitale;

KPI social

Per quanto riguarda la social media analytics, ecco i KPI da considerare:

  • i fan / follower della pagina,
  • il numero di reazioni, like, condivisioni, commenti, recensioni, menzioni generati dai contenuti,
  • l’engagement rate, ovvero Il numero di interazioni collegate a un contenuto diviso per il numero di follower della pagina.

KPI dell’advertising online

Per quanto riguarda invece l’advertising online, i KPI da considerare sono:

  • il CPM, ovvero Cost-per-Mille views, ovvero il costo promozionale da sostenere per raggiungere 1.000 utenti,
  • il CPC, cost-per-click, il costo per ottenere il click su un annuncio pubblicitario oppure una landing page,
  • il ROAS, Return On Advertising Spend, vale a dire il guadagno generato da una campagna. Si calcola dividendo le entrate generate delle campagne pubblicitarie per la spesa pubblicitaria, e si moltiplica poi per 100.

KPI di un ecommerce

Infine, quando si deve analizzare l’andamento di un ecommerce, alcuni KPI da tenere in considerazione possono essere:

  • le visite allo store online,
  • il tempo medio di una visita,
  • il numero di utenti unici,
  • il numero di pagine visitate,
  • il tempo medio sulla singola pagina,
  • il numero di utenti registrati,
  • la percentuale di aggiunta al carrello,
  • ma soprattutto, il tasso di conversione (Conversion Rate), ovvero il rapporto tra il numero di utenti visitano l’ecommerce e quelli che acquistano.

Un esempio pratico

Per gli esperti del reparto Communication di Ribo, i KPI sono il vero pane quotidiano, sono le metriche fondamentali per poter valutare il successo dei progetti di visibilità dei nostri Clienti.

Gelagel, un ecommerce dedicato alla vendita di prodotti per gelaterie e pasticceria, ha incrementato il proprio business grazie all’introduzione e analisi di questi KPI.

Anche tu vuoi conoscere quali sono stati i KPI che ci hanno permesso di far decollare l’attività?

Scopri di più nel video della nostra esperta Alice Toselli

Potrebbe interessarti anche...