Le novità di Google di Giugno

  • Le novità di Google di Giugno

    Le novità di Google di Giugno

    Lo scorso 3 Giugno, con un Tweet, Google ha preannunciato l’arrivo del June 2019 core update, un importante aggiornamento che ha scosso le SERP di tutto il mondo, a distanza di soli tre mesi dall’ultimo importante update.

    Stando alle voci che si sono susseguite online, questo aggiornamento potrebbe avere a che fare con il mobile first index e il Page Speed Update, o più nello specifico con le penalizzazioni per gli annunci interstitial indicate anche nelle nuove linee guida per i quality raters di Google.

    Qual è la novità di questo Update?

    Di solito la comunità SEO si accorgeva degli aggiornamenti di Google solo per gli effetti nelle SERP, perché Big G confermava gli update solo dopo il rilascio degli stessi.

    Questo aggiornamento, per la prima volta nella storia, è stato annunciato attraverso un tweet ufficiale dall’account @searchliaison il giorno prima del rilascio, per informare preventivamente sviluppatori, webmaster e Seo specialist. Un grande passo avanti per gli specialisti del settore!

    Ma questa non è l’unica novità…

    SERP diversificata

    Sempre su Twitter è stato annunciato che i risultati di ricerca in SERP cambieranno per premiare la diversificazione dei siti.

    Vi è mai capitato di cercare qualcosa e trovare più URL di uno stesso sito web in prima pagina per tale ricerca?

    La presenza in SERP di Url multipli, che monopolizzano la query, è un aspetto su cui gli utenti di Google si sono fatti sentire e Big G ha ascoltato e risposto.

    Google sta infatti cambiando Google Search e il sistema di ricerca sul motore, che sarà progettato per fornire agli utenti più diversità nei risultati. In termini pratici non si troveranno più di due risultati provenienti dallo stesso sito nelle posizioni top della SERP, a meno di valutazioni specifiche e query particolari come ad esempio quelle legate ad un brand.

    Non ci resta quindi che aspettare le evoluzioni e iniziare ad analizzare le SERP per scoprire quanto e come cambieranno i risultati posizionati su Google.


    Iscriviti subito alla newsletter Ribo