News / lunedì 7 December 2020

C’è ancora spazio per l’Outbound marketing nel 2020?

C’è ancora spazio per l’Outbound marketing nel 2020?

Negli ultimi anni si è sentito parlare quasi esclusivamente del modello Inbound marketing, la strategia inclusiva di comunicazione che comporta la messa al centro del cliente e dei suoi bisogni a cui si cerca di dare una risposta in termini strategici. Ma tutto questo è nato in contrapposizione a un metodo che per lungo tempo ha tenuto banco nella comunicazione (soprattutto tradizionale): l’Outbound marketing.

Ma che cos’è l’outbound marketing? Sono tutte quelle iniziative di comunicazione finalizzate ad interrompere l’attenzione dell’utente con messaggi molto forti, di “rottura e urlati”, veicolati attraverso spot televisivi, radio, campagne stampa e affissione.

Una strategia che ha fatto la storia

Ancor prima dell’avvento di Internet, l’outbound marketing veniva quindi utilizzato per promuovere prodotti e servizi attraverso strumenti di comunicazione offline. Soprattutto su radio e TV, questa attività bombardava letteralmente gli utenti su larga scala, interrompendo le loro attività e cercando di attirare la loro attenzione.

L’Outbound marketing oggi funziona ancora se utilizzato nel modo giusto

Utilizzato  ancora oggi, il suo punto di forza sta nell’utilizzo di messaggi: brevi, chiari, immediati, distruptive, emozionali, continuativi e martellanti.

L’Outbound marketing, per sua natura, si rivolge ad un target molto ampio. Da alcune ricerche, pare che in questo target non rientrino però i giovani; è stato infatti condotto uno studio che dimostra che l’84% degli utenti della fascia di età tra i 25 e i 35 anni abbandonano siti web che veicolano una eccessiva pubblicità. In questo caso l’outbound risulta essere inefficace e controproducente.

Pare invece che l’outbound marketing prediliga un target differente, più adulto, che apprezza la continua ripetizione del messaggio, come se fosse un mantra: è così che l’outbound marketing raggiunge il suo scopo, insediandosi nella mente e facendo breccia nell’attenzione dell’utente.

Trovare il concept creativo, il mood e le parole giuste per parlare a questo target è molto importante, anche se complesso, proprio perchè il pubblico è ampio e spesso non specifico.

Per attuare questa strategia in modo efficace, è quindi necessario rivolgersi a un team di esperti. È qui che lo staff Ribo interviene a supporto e in affiancamento ai nostri clienti per ideare una comunicazione vincente.