News / venerdì 22 January 2021

Come funziona Google Shopping: un’opportunità per tutti gli Ecommerce

Come funziona Google Shopping: un’opportunità per tutti gli Ecommerce

Come funziona Google Shopping 

Tra i vari strumenti messi a disposizione da Google c’è Google Shopping, un servizio di ricerca e di comparazione prodotti che permette di pubblicare annunci visivo-testuali tra i risultati di ricerca, sui partner di ricerca e nella rete display di Google. 

Questi annunci si attivano in corrispondenza di una ricerca che viene fatta dall’utente in Google. Il sistema funziona sempre su base asta per cui gli annunci che vedremo comparire saranno quelli che hanno “vinto l’asta” in quel preciso momento sulla base del ranking delle inserzioni. 

A differenza delle campagne rete di ricerca, gli annunci di Google Shopping non si attivano tramite offerte legate alle keyword, ma ai prodotti presenti nell’ecommerce e registrati attraverso una piattaforma dedicata, dal nome Merchant Center. Tramite il Merchant sarà possibile caricare il catalogo prodotti, il quale parteciperà alle aste di Google e sarà lo stesso motore di ricerca a selezionare il prodotto sulla base della query effettuata dall’utente. 

 

La piattaforma di Merchant Center 

Il Merchant Center è lo strumento di feed management di Google in cui è possibile fare le seguenti attività: 

  • Caricare e aggiornare l’elenco dei prodotti, chiamato Feed, con tutte le informazioni che possono riguardare il prodotto ai fini della della vendita (nome, prezzo, codice, disponibilità, spedizioni, ecc); 
  • Effettuare un check del feed caricato per capire lo stato dei prodotti (se approvati, non approvati, in scadenza o in sospeso) ed eventualmente correggerlo o ottimizzarlo; 
  • Monitorare il benchmark dei prodotti rispetto ai propri competitor. 

Prima di iniziare, è importante verificare che il tuo e-commerce rispetti le linee guida del Merchant Center, solo in quel caso potrai procedere a caricare il tuo primo feed e proseguire con la configurazione.

Il feed dei prodotti

Il feed dei prodotti è un file di dati che riporta tutte le informazioni relative ai prodotti da promuovere con la campagna di Google Shopping ed è la fonte più importante, perché è da questo file che Google dà vita agli annunci pubblicitari. 

L’ottimizzazione del feed sarà dunque una parte fondamentale per un corretto funzionamento di tutta la campagna: più il feed sarà dettagliato e preciso più gli annunci di Google Shopping appariranno pertinenti alle query di ricerca effettuate dagli utenti.  

 

Come configurare una campagna Shopping 

Una volta creato il feed nel Merchant Center, si passa alla configurazione della campagna in Google Shopping. Come tutte le campagne di Google Ads, anche in questo caso bisogna rispettare una precisa struttura, composta da: 

  • Campagne, 
  • Gruppi di annunci, 
  • Gruppi di prodotti, 
  • Prodotti. 

La strategia di Google Shopping deve rispettare una gerarchia capace di organizzare i vari prodotti a seconda della loro pertinenza. Ciò permetterà di: 

  • Avere un maggior controllo sulle offerte, 
  • Avere un maggior controllo sulle performance, 
  • Avere una miglior ottimizzazione del budget. 

Ciò che più conta è avere un’architettura delle campagne che sia ben organizzata, di facile lettura e che rispetti la stessa suddivisione presente sul sito web. 

Infine l’offerta per click sarà il valore fondamentale che determinerà la pubblicazione dei tuoi annunci. A differenza delle altre campagne Ads, in Google Shopping c’è una grande correlazione tra il prodotto da vendere, il costo per click (l’offerta impostata) e il valore della conversione

Un ultimo aspetto, quasi sempre sottovalutato ma molto importante, è la competitività del prezzo del tuo prodotto. Google Shopping per sua natura si presta molto alla comparazione, per questo è fondamentale proporre prodotti che abbiano prezzi vantaggiosi rispetto ai tuoi competitors o quanto meno in linea rispetto al prezzo di benchmark. Per lo stesso motivo sarà inutile proporre prodotti con un pricing superiore alla media, sarebbe uno spreco di tempo e di denaro. 

 

La ToDo List per partire col piede giusto 

Prima di procedere all’avvio della campagna, ecco alcuni tips utili da seguire per aiutarti a controllare che tutto sia stato eseguito correttamente. 

Fai un check al tuo Feed: 

  • Controlla che non ci siano titoli in maiuscolo, 
  • Verifica di aver compilato il numero maggiore di campi richiesti da Google, 
  • Accertati che in titolo e descrizione siano presenti le keyword descrittive di prodotto, 
  • Usa immagini di ottima qualità, che mostrino chiaramente il prodotto, 
  • Constata che nel Merchant Center tutti i prodotti siano stati approvati correttamente. 


In ultimo, ma non per importanza, assicurati che il tuo e-commerce funzioni! 

Far partire una campagna di Google Shopping significa che veicolerai un gran traffico al tuo e-shop, utenti potenzialmente interessati all’acquisto, e non ci sarebbe cosa peggiore che trovare un e-commerce non funzionante o con una pessima esperienza di acquisto, scoraggiando il più impavido degli acquirenti.